fbpx

Credito per le Imprese Cooperative

In collaborazione con il nostro partner Arkadia GMA srl segnaliamo un’interessante opportunità legata al Fondo per il sostegno al credito per le Imprese Cooperative – Regione Lombardia.

FINALITÀ
Il Fondo, istituito con la l.r. n.36/2015, è finalizzato a sostenere la creazione e la competitività delle imprese cooperative lombarde, nonché delle cooperative sociali e dei loro consorzi, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da lavoratori provenienti da imprese sottoposte a procedure fallimentari ovvero in condizione di “svantaggio lavorativo”.

BENEFICIARI
Possono presentare domanda di partecipazione al bando le imprese cooperative (ivi inclusi i circoli cooperativi e le cooperative di comunità), le cooperative sociali e i loro consorzi che, al momento della presentazione della domanda di finanziamento, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere PMI, come definite all’Allegato I del Regolamento di esenzione;
  2. risultare regolarmente iscritte e attive nel Registro delle imprese;
  3. avere almeno una Sede Operativa attiva in Lombardia, come risultante da visura camerale;
  4. essere iscritte all’Albo delle Società Cooperative;
  5. nel caso di Cooperative Sociali e dei loro consorzi, essere iscritte all’Albo Regionale delle Cooperative Sociali;
  6. non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art.1 del Reg. (CE) 1407/2013 (de minimis);
  7. essere in regola con la normativa antimafia;
  8. non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  9. non appartenere alla Categoria “Cooperative di edilizia e abitazione”, prevista dall’Albo delle Società Cooperative, o non avere codice Ateco primario1 ricompreso nella sezione L (Attività immobiliari) della classificazione Ateco 2007;
  10. non avere codice Ateco primario ricompreso nella sezione A (Agricoltura, silvicoltura e pesca) della classificazione Ateco 2007, fatta eccezione per: i soggetti che, pur avendo codice Ateco primario ricompreso nella sezione A, realizzino il Progetto in una Sede Operativa separata avente esclusivamente un codice Ateco ricompreso nelle sezioni C (Attività manifatturiere) o G (Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli). Tale attività deve essere direttamente collegata all’attività avente codice Ateco A. Le imprese iscritte all’Albo delle Imprese Agromeccaniche di Regione Lombardia;
  11. risultare in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva.

PROGETTI E SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili le seguenti tipologie di progetti:

  1. basati su programmi di investimento finalizzati all’avvio, all’ammodernamento e/o al potenziamento del ciclo produttivo, volti alla creazione di valore aggiunto economico e sociale;
  2. di Workers buy-out (WBO), ossia volti alla creazione e allo sviluppo di nuove società cooperative, mediante l’acquisizione di un ramo di azienda o di asset aziendali di un’impresa oggetto di procedura concorsuale, costituite da soci che, per almeno il 50% del numero totale, alternativamente: siano stati dipendenti dell’impresa oggetto dell’operazione di acquisizione del ramo aziendale o di asset aziendali della stessa; siano lavoratori in condizione di svantaggio.

Sono ammissibili le spese fatturate e quietanzate a partire dal 1° gennaio 2019 ed entro il termine ultimo di realizzazione del Progetto, relative a:

  1. acquisto di beni strumentali nuovi o usati finalizzati all’avvio, all’ammodernamento e/o potenziamento del ciclo produttivo (attrezzature, macchinari, arredi, impianti, veicoli);
  2. acquisto, oppure rinnovo, di licenze di software, nel limite massimo del 25% del totale delle spese ammissibili;
  3. acquisto di immobili destinati all’attività primaria e/o prevalente;
  4. ristrutturazione e/o adeguamento di immobili destinati all’attività primaria e/o prevalente;
  5. (solo per i Progetti di WBO) acquisto di ramo di aziende o di asset aziendali di aziende oggetto di procedura concorsuale;
  6. spese per l’affitto dei locali destinati a sede dell’iniziativa, per un valore massimo corrispondente a 12 mensilità consecutive e comprensive di spese condominiali;
  7. servizi di consulenza o servizi equivalenti, nel limite massimo del 25% del totale delle spese ammissibili;
  8. spese di commissione per garanzie nel limite massimo del 2% delle spese ammissibili;
  9. spese generali (a carattere forfettario) pari al 5% delle spese ammissibili.

La conclusione del Progetto deve avvenire entro un massimo di 12 mesi dalla data del provvedimento di concessione, elevabili a 18 mesi per investimenti a carattere immobiliare.

Le spese complessive ammissibili non possono essere inferiori a:
– € 20 mila per le cooperative costituite da non più di 12 mesi;
– € 15 mila per i circoli cooperativi;
– € 25 mila per tutti gli altri Soggetti Richiedenti.

TIPOLOGIA E AMMONTARE DEL CONTRIBUTO
L’agevolazione viene concessa nella forma tecnica di finanziamento a medio-lungo termine, fino al 70% della spesa ammissibile, con durata compresa tra i 3 e i 5 anni, di cui fino ad un massimo di 2 anni di preammortamento, con rate semestrali costanti.

L’importo del Finanziamento richiedibile in domanda non può superare € 350 mila (€ 210 mila per le cooperative costituite da non più di 12 mesi ed i circoli cooperativi).
Al finanziamento sarà applicato un tasso nominale annuo pari allo 0,5% (0,1% per le cooperative sociali e i loro consorzi e per progetti di c.d. “Workers buy-out”).

In presenza di investimenti di carattere immobiliare, per i quali le voci di spesa “acquisto di immobili destinati all’attività” e “ristrutturazione e/o adeguamento di immobili destinati all’attività primaria e/o prevalente” costituiscano cumulativamente almeno il 50% del totale delle spese ammesse, la durata massima del finanziamento potrà essere elevata sino a 10 anni.
Potrà essere richiesta apposita Garanzia Fidejussoria in relazione alla classe di credit scoring assegnata dall’Ente erogante in fase di valutazione economico-finanziaria del Progetto.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di finanziamento può essere presentata a partire dalle ore 10.00 del 15 aprile 2019 con procedura valutativa a sportello fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
Per ulteriori informazioni contatta CdO Insubria via e-mail a segreteria@oortc39.sg-host.com o telefonicamente al 0331.1815529.

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU