fbpx

>

I dialoghi reali con le intelligenze artificiali

ANTENNA | Articolo "I dialoghi reali con le intelligenze artificiali"

I prompt sono l’opportunità per interrogare meglio noi stessi

Quando dalla Silicon Valley esce qualche nuova tecnologia destinata a cambiare le abitudini di miliardi di persone, di lì a poco nuove parole si impongono nei vocabolari globali quotidiani. Accadde con il web e l’attitudine a “navigare”, si è riproposto con i social network e il “mettere like” piuttosto che farsi “selfie” e con cellulari e tablet che impongono lo “scroll” quale gesto iconico. Oggi è la volta dell’Intelligenza Artificiale e dei prompt, le domande in cui pare risiedere il segreto delle risposte meglio riuscite.

La storia e il significato dei prompt viene però da più lontano, che dall’esigenza di dialogo con gli algoritmi. Un prompt di scrittura è l’argomento, l’idea che professori, direttori editoriali e manager d’azienda forniscono perché divenga il punto di partenza per la produzione di un testo, di un documento o di una presentazione. Serve a superare l’impasse iniziale – il famoso blocco dello scrittore – che spesso si impadronisce di chi siede di fronte al foglio bianco, cartaceo o digitale. L’obiettivo è incoraggiare l’interlocutore a pensare in modo creativo, a impegnare le proprie capacità e conoscenze e a produrre output originali.

Lo stesso vale nel caso delle AI che non creano (!!), ma possono organizzare i contenuti  in maniera originale quanto più le domande vengono poste con accortezza, proponendo a seconda dell’obiettivo parole chiave, scenari e contesti, suggerimenti visivi, citazioni o estratti di libri e ricerche. Non si può dire che esistano regole, ma buone pratiche sicuramente sì. Concentrarsi sulle modalità di scrittura dei prompt, fornisce lo spunto per compiere una riflessione riguardo la nuova mania di interagire con ChatGPT e la sua ormai variegata compagnia di intelligenze artificiali.

L’opportunità, se ben intesa e sperimentata, può permettere di giungere a un risultato inatteso: accorgersi che, porre la domanda nella maniera più corretta, genera la risposta migliore e più utile. Quindi è necessario specificare e argomentare una richiesta, arricchendola di dettagli utili e avendo cura di non apportare informazioni confusive, essere concisi ed evitare un linguaggio distorto.

Scrivere prompt efficaci è un esercizio che, se allenato nelle chat con le intelligenze artificiali, può migliorare lo stile d’approccio anche nella vita reale. Le ricadute positive sono inevitabili in termini di risparmio di tempo e migliori relazioni personali.

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU