fbpx

> >

Intervista a Sara Sambrotta

INDOVINA CHI | Intervista a Sara Sambrotta, Presidente Sambrotta & Partner

IL VANTAGGIO DELL’ESSERE DONNE

“Osservando il lavoro di mia mamma, ho compreso quanto dedizione e ascolto, attitudini tipicamente femminili, siano fondamentali nella nostra attività”. Questa convinzione permea la vita di Sara tanto che nel suo studio declina tutta al femminile la professione di commercialista. La scelta si accompagna poi ad una modalità partecipativa di gestione dei clienti, che Sara va definendo e aggiornando continuamente per creare un ambiente di lavoro dove collaborazione e confronto siano i pilastri di tutte le relazioni, interne ed esterne.

“Bisogna lavorare come si vive, senza snaturarsi ma partecipando a ciò che si fa”. Senso di appartenenza e conoscenza profonda delle persone rappresentano il modo di stare nel lavoro e spesso nei problemi, che ogni cliente porta in studio nella volontà di realizzare la propria idea d’impresa.

All’università, corso di economia e commercio, Sara si iscrive animata da un’idea chiara: percorrere una strada diversa da quella dei genitori, entrambi consulenti in campo contabile e amministrazione del personale. I vent’anni sono meravigliosi perché le decisioni rincorrono i valori e insieme danno vita a nuovi sogni e scoperte. Ciò che convince Sara a ritornare sulle sue idee e scegliere la professione di famiglia è difficile da ricostruire oggi, ma estremamente chiaro nella sua pratica quotidiana: aiutare le persone a realizzare il proprio sogno professionale, offrendo loro la sua competenza in ambito amministrativo e normativo, supportandole nell’individuare quale strada debba essere percorsa in riferimento all’obiettivo prefisso. Su questa visione, allinea le collaboratrici, investendo in formazione continua su quelle soft skills, che sempre più spesso sono in grado di fare la differenza. “La competenza professionale è il prerequisito. Noi vogliamo dare priorità al bisogno del nostro cliente, sia quando è reale sia quando è solo percepito come urgenza. E l’essere donne aumenta la sensibilità e la capacità di ascolto”.

Il grande stimolo che deriva dal guardare con attenzione la vita di altre attività diviene l’opportunità di imparare da esperienza diverse. Compagnia delle Opere Insubria è la finestra dalla quale osservare al di fuori del proprio territorio di conoscenza, grazie alle relazioni con gli altri imprenditori associati e alle proposte di incontro e formazione. “Mi sento libera di esprimere opinioni e dare consigli, senza il filtro imposto dalla professione e senza il giudizio che normalmente devo esprimere”. L’Associazione è rete di relazioni attiva, concreta e proattiva, dove apprendere, condividere e sviluppare esperienze che, come vicepresidente, Sara implementa di quell’energia, che spesso le donne sanno profondere, quando il progetto è centrato sull’umanità e la passione.

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU