fbpx

>

Intervista ad Alessandro Manzo

INDOVINA CHI -Intervista ad Alessandro Manzo, Responsabile sistemi di gestione integrati, risk management e sostenibilità

FIDATI DEL PIANO

“Parlo del mio lavoro in casa”. È il primo dei parametri di successo che Alessandro Manzo fissa in maniera assoluta per valutare la riuscita del suo piano personale e professionale. La sinergia tra attività, conoscenza e valori è alla base dell’antropologia imprenditoriale e manageriale, che definisce la somma delle caratteristiche umane necessarie a trasformare le idee in progetti utili per territori e gruppi umani.

Alessandro ha costruito la sua carriera fin dalla tesi di laurea in giurisprudenza: come il diritto aziendale si trasforma in un atto volontario grazie ai sistemi di gestione e alle certificazioni ISO. L’esordio come auditor per importanti enti di certificazione gli permette di valutare centinaia di imprese e di comprendere che le migliori performance sono spesso dovute a modelli di gestione nei quali il collegamento tra lavoro e persone è considerato come fattore chiave.

«Fidati del piano. Sistemi di gestione e compliance spiegati con la Casa di Carta» è il libro ad alto tasso di coinvolgimento, scritto nel 2022 con la volontà di creare un pezzo di cultura manageriale rispetto ad un tema cruciale e spesso oscuro. “In un lavoro di natura intellettuale è, a volte, più impegnativo far percepire la qualità della propria attività”. Ecco allora che l’integrazione di alcune funzioni può fornire lo strumento utile a supportare le decisioni in particolari momenti di crisi, quando la cosiddetta «business continuity» può essere a rischio e appare evidente la necessità di avere delle regole e un sistema di gestione, che disegnano il piano d’azione per risolvere. In questi casi può diventare importante essere “intransigenti nel fare percepire l’utilità delle regole aziendali”. Attenersi al piano aziendale è questione di abitudine, valori e cultura.

La stessa attitudine che le associazioni come Compagnia delle Opere Insubria rafforzano grazie al loro impegno nel far circolare le esperienze, così da renderle patrimonio comune.Curiosità è condivisione”: il punto di vista che Alessandro propone con il suo lavoro assomiglia da vicino alla vision che l’Associazione persegue, nella sua volontà di essere luogo di creazione per la cultura imprenditoriale. Le idee sono la materia prima di ciascun imprenditore, la conoscenza e l’esperienza rappresentano l’indispensabile processo per la loro realizzazione, così come l’impianto di regole, analisi e previsioni costituiscono i pilastri del piano necessario a garantire la buona riuscita.

Le sfide nei tempi delle transizioni e delle trasformazioni impongono la centralità dello studio, la supremazia del sapere, l’attivazione delle relazioni. La crescita individuale, umana e professionale, è la radice profonda di quelle donne e quegli uomini, impegnati a produrre linfa benefica per persone e territori.

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU