fbpx

> >

Intervista ad Andrea Chiapparini

INDOVINA CHI | Intervista ad Andrea Chiapparini, titolare Gruppo AC Consulting

CAMBIARE È MEGLIO CHE EVOLVERE

“Nascere con un’azienda di famiglia ti fa credere di dover rimanere tutta la vita nel tuo ambito”. È la storia comune a tanti imprenditori, che incanalano o imbrigliano – a seconda dei casi – le proprie competenze e volontà nel solco tracciato dalle generazioni famigliari precedenti. Andrea Chiapparini, titolare Gruppo AC Consulting, subentra nel 2006 al padre nella società di logistica da lui fondata e lo fa in un momento di grave crisi. Per alcuni anni combatte una battaglia all’interno di una società formalmente fallita e poi cambia. Modo e visione.

Viviamo in comunità piccole, la reputazione è un valore fondamentale”. Trova il modo di dare vita ad un’altra società, compra l’attività precedente permettendole di saldare i debiti e riparte con ciò che è il valore più vero di chi fa autotrasporti: le relazioni con tante aziende diverse. Fonda prima una società che commercia in polimeri, ne rileva una produttrice di PVC termoretraibile e dopo qualche anno diventa socio di maggioranza di un’impresa di Novara che produce film e pellicole in polietilene. Il primo cambiamento è ora una realtà: più ambienti differenti convivono sotto la gestione di Andrea, ispirato dal coraggio ma anche da una visione umanistica, che lo accompagna in tutto il suo percorso.

Mi sono sempre fatto guidare dalle persone”. La dichiarazione non è tanto di principio, ma un vero e proprio elemento cardine della sua strategia d’impresa: individuare profili di ottima qualità professionale e umana, immersi in contesti che non permettono loro di esprimere il massimo delle potenzialità. Andrea li seleziona, li conosce, li inserisce nelle sue attività e li valorizza, fedele ad un’altra delle sue ispirazioni: la certezza che un imprenditore debba scoprire ciò che sa fare meglio e assumere collaboratori che realizzino il resto. “Viaggiare per lavoro e poter tenere in mano qualcosa che ho prodotto. Sono queste le due cose che ho sempre voluto realizzare”.

Subentra come socio in Koinè e Sardinia, successivamente nasce Pomona. Legnano e Ibiza, due ristoranti e un brand innovativo ma rispettoso della tradizione e della sostenibilità, che opera nel campo della panificazione, tutti gestiti da persone, che con Andrea condividono non solo la voglia di investire, ma di cambiare le regole del gioco e la convinzione che chi ha un ruolo creativo e di indirizzo fa coincidere vita personale e avventura professionale.

È questo indispensabile e potente connubio che Andrea porta con sé in Compagnia delle Opere Insubria. L’opportunità di confrontare esperienze, attitudini e storie diviene relazione e reale supporto alla crescita degli individui e delle loro aziende. Definire sé stessi è l’indispensabile passaggio per il prossimo futuro e farlo all’interno di un’aggregazione di persone permette di cogliere sfaccettature e compiere scoperte che da soli sarebbero precluse. “Più idee hai in testa, più devi essere in grado di condividerle con le persone che stanno intorno”.

Coinvolgimento è la parola d’ordine nel prossimo futuro per chi vuole fare impresa: si declina nell’avere una visione chiara, garantire una gestione del tempo attenta alle persone, calarsi nelle realtà sociale e comunicare bene per rendere a chi collabora il senso del suo fare. È questo il cambiamento più rilevante da realizzare, quello che non concede altro tempo e non permette evoluzioni a metà.

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU