fbpx

>

Intervista ad Antonio Usai

INDOVINA CHI | Intervista ad Antonio Usai, CEO La Sardegna - Specialità Sarde Selezionate

IL SAPORE DELL’IDENTITÀ

“Nel 1991 avevo 18 anni, quando da Jerzu, piccolo paese nel cuore della Sardegna, siamo venuti in Lombardia. Il sogno era di rafforzare ed espandere l’attività di famiglia”. Antonio Usai, CEO La Sardegna – Specialità Sarde Selezionate ha lo sguardo profondo di chi ha l’abitudine a guardare dentro e oltre le cose. È una capacità che nasce dall’amore per la propria terra di origine, dalla passione e dedizione per il lavoro, che sapeva sarebbe stato il suo fin da quando era un bambino di 8 anni. È quell’attitudine che i nonni e i genitori gli hanno trasmesso e che oggi si esprime sia nella serierà, sia nella visione imprenditoriale.

“L’obiettivo a cui miro è divenire il riferimento per l’acquisto delle migliori specialità enogastronomiche all’ingrosso e al dettaglio ovunque nel mondo”. Dalla Sardegna alla Lombardia e da qui a 10 nazioni europee: i clienti che oggi acquistano prodotti sardi di alta qualità rappresentano già una solida base internazionale, in particolare nel canale dell’ingrosso. Il negozio La Sardegna aperto a San Vittore Olona, lungo l’arteria commerciale del Sempione, è la vetrina al dettaglio attraverso cui offrire un’esperienza gastronomica unica ai clienti appassionati di sapori e saperi tradizionali. Il magazzino, che nel corso degli anni si è costantemente ingrandito e la logistica che si è specializzata nella spedizione a migliaia di chilometri di distanza, garantiscono di recapitare con puntualità la merce al massimo della sua qualità organolettica, consolidando le forti relazioni con il canale horeca.

Da questa esperienza, parte l’ennesima fase di sviluppo che Antonio ha già pianificato e che proietta l’azienda nella sua transizione digitale. “L’e-commerce è una porta sul mondo e noi siamo pronti a varcarla”. L’infrastruttura è rodata, come detto, ma aprire le relazioni con migliaia di clienti con richieste da diverse e numerose aree geografiche richiede processi interni ben definiti, analisi di costo e quel coraggio che alla famiglia Usai non è mai mancato.

“Nel corso della vita ci sono momenti che vanno colti perché offrono opportunità che pochi sanno vedere”. È stato così quando, nel 1930, l’allevamento di ovini a Jerzu è diventato prima una piccola macelleria, per poi ampliare la gamma di prodotti, divenendo un vero e proprio minimarket. Si è ripetuto quando la nascita dei centri commerciali ha stimolato l’idea del negozio specializzato in prodotti tipici sardi di difficile reperimento. E si ripropone oggi con il commercio online che soddisfa le richieste dei palati più esigenti, ovunque essi siano.

“La serietà è uno tra i più importanti valori che la mia famiglia mi ha trasmesso, insieme al rispetto per i miei collaboratori e per tutti i clienti”. Su questa filosofia nel fare impresa Antonio ha trovato una corrispondenza piena in Compagnia delle Opere Insubria, dove partecipa attivamente “consapevole di essere imprenditore tra altri imprenditori, con il valore condiviso prima sulle persone e poi sulle aziende”. Ancora una volta l’autenticità delle relazioni, la centralità dei rapporti personali e il confronto tra visioni, ostacoli e soluzioni è alla base di un modo di essere e di fare, che definisce l’identità dell’Associazione, il cui ruolo si costruisce attraverso il senso di appartenenza degli associati.

Persone e territori sono oggi i cardini di un sistema, che sta riscoprendo come produzione e profitto siano motori di benessere e sicurezza diffusi.

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU