fbpx

Agevolazione Temporary manager

SIMEST Fondo 394/81 – Circolare n. 8/394/2023

Il 27.07.23 alle ore 09.00 riapre il Fondo 394/81 SIMEST dedicato all’internazionalizzazione delle imprese italiane. Attraverso il Fondo 394 gestito da SIMEST sono a disposizione delle imprese finanziamenti a tassi agevolati, fino allo 0,464% (tasso luglio 2023), a cui si potrà aggiungere una quota di cofinanziamento a fondo perduto fino al 10%. 
Di seguito le nuove linee di intervento agevolativo:

Certificazioni e consulenze
Fiere ed eventi
Transizione digitale o ecologica
E-commerce
Inserimento mercati
– Temporary manager

In collaborazione con il nostro partner Arkadia GMA Srl vi presentiamo le principali informazioni legate all’AGEVOLAZIONE TEMPORARY MANAGER.

AGEVOLAZIONE
È previsto un finanziamento a tasso agevolato e, per le imprese con specifici requisiti, una quota di cofinanziamento a fondo perduto.
Finanziamento agevolato: 4 anni, di cui due di preammortamento, a tasso agevolato.
Contributo a fondo perduto: fino al 10%, massimo di € 100.000, riconosciuto in presenza di almeno un requisito indicati nella normativa di riferimento.

A CHI È RIVOLTO
Piccole medie imprese (PMI), con sede legale e operativa in Italia, che abbiano depositato almeno due bilanci relativi a due esercizi completi e DURC regolare.

COSA FINANZIA
La misura è volta a sostenere l’inserimento temporaneo all’interno dell’impresa, di un Temporary Manager per la realizzazione di progetti di Innovazione Tecnologica, Digitale o Ecologica a sostegno dell’impresa sui mercati internazionali.

SPESE AMMISSIBILI

  1. Spese per le prestazioni professionali del Temporary Manager (almeno 60%).
  2. Spese connesse alla realizzazione del progetto elaborato con il Temporary Manager:

    i. Spese per attività di marketing e promozionali
    ii. Spese per integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali
    iii. Spese per la realizzazione/ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali
    iv. Spese di ideazione per l’innovazione/adeguamento di prodotto e/o servizio
    v. Spese per le certificazioni internazionali e le licenze di prodotti e/o servizi deposito di marchi o altre forme di tutela del Made in Italy
    vi. Spese per attività di supporto
  3. Spese consulenziali professionali per le verifiche di conformità alla normativa ambientale nazionale.
  4. Spese consulenziali per la presentazione e gestione della domanda (max 5%).

INFORMAZIONI UTILI
Le attività devono avere inizio dopo la data di ricezione dell’esito della domanda (contente il CUP) ed entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento. Fanno eccezione le spese di cui al punto 4.

SCOPRI LE OPPORTUNITÀ PER LA TUA AZIENDA RICHIEDI INFO

Condividi su:    

CATEGORIE

ULTIME NEWS

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SEGUICI SU